Dimagrire a Cagliari -FAME E SAZIETA’

 

Riempirsi la bocca rapidamente e voracemente ci fa raggiungere il picco di secrezione delle sostanze chimiche della felicità.-Purtroppo la mancanza di consapevolezza non fa cogliere i segnali di sufficienza dello stomaco e il picco di buon umore temporaneo si trasforma presto in senso di colpa, che per essere cancellato e anestetizzato ha bisogno di un’altra abbuffata per essere temporaneamente dimenticato .

quanta fame hai adesso? Se aspetti di essere famelico il corpo si predisporrà in modalità di digiuno finendo poi per mangiare più di quanto hai realmente bisogno, immagazzinando l’eccedenza sotto forma di grasso. Esercitati ogni ora a sintonizzarti con i segnali del corpo per notare la differenza tra i diversi livelli della fame. Più ti alleni più riconoscerai i segnali che manda il corpo, molto prima che lo stomaco inizi a brontolare e il cervello ad appannarsi !
Molti di noi sono così desensibilizzati ad ascoltare i segnali dello stomaco che credono di non averne. La fame vera arriva gradualmente, non all’improvviso e anche in seguito a noia o eventi che ci turbano emozionalmente. Se digiuniamo poi ci abbuffiamo ed è così che il nostro corpo perde il suo naturale perfetto equilibrio.

Sei progettato per smettere di mangiare appena sazio e invece ti trovi a dover finire tutto ciò che c’è nel piatto? Quando lo stomaco è soddisfatto manda un segnale che si prova all’altezza del plesso solare, sopra lo stomaco, sotto lo sterno. Se però guardiamo e notiamo questa sensazione calda e piacevole la prima volta, noteremo come ogni boccone successivo sia meno godibile e meno buono del precedente, così ci vorranno molti meno bocconi per essere soddisfatti nel rispetto del giusto nutrimento e del gusto.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *